In essi è specificato il ruolo ecclesiale del padrino e della madrina di Battesimo\Cresima, i requisiti e il fine di questo compito così importante. Da qualche tempo a questa parte sono caduti alcuni tabù sia sui genitori sia su padrino e madrina del battezzando. Decidono per lui i genitori, certo, per il fatto (o, in teoria, dovrebbe essere così) che al momento del matrimonio in chiesa si sono impegnati a educare i propri figli secondo la fede cattolica. | © Riproduzione riservata E questa responsabilità, fin dai primissimi giorni di vita, comporta la necessità di decisioni delicate che coinvolgono anche lo sviluppo della vita futura del neonato. In un Paese come il nostro, a forte impronta cattolica, è quasi scontato (anche se meno che in passato) che il neonato o la neonata debba essere battezzato entro al massimo qualche mese dalla nascita. I tempi, infine, possono dipendere anche dal periodo di preparazione che viene richiesto ai genitori e ai padrini. Al padrino o madrina è affidato il compito di provvedere che il Cresimando si comporti come vero testimone di Cristo e viva fedelmente la vita derivante dallo stesso sacramento, tra i quali emergono la partecipazione ai Sacramenti (la Santa Messa festiva, la riconciliazione mensile…) e la continuazione dell'istruzione religiosa (momenti di formazione, catechesi, ritiri spirituali…). In ogni caso, quali sono i documenti per il Battesimo che verranno richiesti dal parroco? Chi può fare la madrina/padrino al Battesimo. Il Padrino e la Madrina di Battesimo sono le figure che accompagnano all’altare il figlioccio o la figlioccia e assumono la responsabilità di accompagnarli nella loro crescita umana e cristiana. Per un figlio si è disposti a tutto, a enormi sacrifici e, fin dalla nascita, il piccolo o la piccola sono circondati da un affetto e da una premura grandi. Secondo il diritto canonico, deve essere scelta dal battezzando (se è in età adulta) o dai genitori e deve avere un’età minima di 16 anni. E’ necessario inoltre che abbia ricevuto tutti i Sacramenti (Battesimo, Comunione e Cresima). foto web source. Quali sono i requisiti che devono avere padrino e madrina. E’ inoltre necessario essere stati scelti dal genitore del battezzato. Decidono per lui i genitori, certo, per il fatto (o, in teoria, dovrebbe essere così) che al momento del matrimonio in chiesa si sono impegnati a educare i propri figli secondo la fede … Tratto da: Parrocchia di Fertilia Per i padrini/madrine, che dovrebbero essere delle guide nella fede per i loro figliocci, si richiedono requisiti specifici che non sono richiesti ai testimoni di nozze e sono specificate al can. Non sono quindi ammesse madrine di altre religioni. Dopo aver chiarito quale sia il compito che la Chiesa assegna al padrino, verifichiamo quale sia il numero di padrini che il battezzando può avere e quali requisiti il padrino (o la madrina) debba avere per poter assumere questo delicato compito. I requisiti per il servizio di padrino o madrina. Requisiti di padrino e madrino. Non solo vengono battezzati i figli di coppie non sposate o di genitori con altre esperienze matrimoniali alle spalle, ma si accettano anche padrino e madrina che fanno parte di una coppia di fatto o che sono sposati civilmente o che sono divorziati. Padrino e madrina di Battesimo: quali requisiti? Come si svolge la celebrazione. Mentre la prima Comunione o la Cresima, di solito, vengono fissate in primavera, il primo sacramento dipende da quando i genitori vogliono che sia battezzato il loro figlio. La questione di fondo, e tutt’altro semplice da sciogliere, riguarda la formazione i padrini e le madrine, una volta scelti per accompagnare la persona al sacramento. Che cosa viene chiesto dalla Chiesa ai genitori. Stampa 1/2016. Il primo rito è quello dell’unzione con l’olio sacro, come simbolo di salvezza. Diciamo, innanzitutto, che il battesimo è considerato dalla Chiesa cattolica come il fondamento di tutta la vita cristiana e l’ingresso nella comunità dei fedeli. 874 del Codice di Diritto Canonico: Can. Oggi questi ostacoli sono caduti. Il loro impegno è quello di collaborare con i genitori nell'opera educativa, in particolare dal punto di vista religioso, del bambino/ ragazzo, definito in questo ambito … Da domenica 7 Giugno sarà possibile di nuovo ricominciare la celebrazione dei battesimi così come il documento del Mistero dell’interno enuncia dopo il DPCM del 26 Aprile 2020 n. 3.8: il richiamo al pieno rispetto delle disposizioni sopraindicate, relative al distanziamento e all’uso di idonei dispositivi di protezione personale si applica anche nelle … È sempre difficile, oltre che poco opportuno, entrare nel perché di una decisione che coinvolge la sfera spirituale di una persona. Per un figlio si è disposti a tutto, a enormi sacrifici e, fin dalla nascita, il piccolo o la piccola sono circondati da un affetto e da una premura grandi. Ecco alcune informazioni su come muoversi al meglio. Per la legge della Chiesa, il compito del padrino non si esaurisce in un giorno, ma richiede vicinanza al battezzato per tutta la sua esistenza. Una volta, veniva chiesto che non fossero solo conviventi ma che fossero sposati in chiesa e non divorziati. Va fatta una premessa. Tralasciando i casi, che pur non mancano, in cui i genitori sono in disaccordo sulla questione (perché la mamma o il papà vorrebbero che fosse il bimbo, una volta raggiunta la maggiore età, a scegliere se battezzarsi o meno), il più delle volte, il battesimo diventa l’occasione per presentare a parenti ed amici il neonato in una festa pensata fin nei minimi dettagli. Non sono ammesse madrine di Battesimo separate o divorz… La cerimonia del Battesimo non prevede, per forza, la celebrazione della Santa Messa, anche se non mancano le occasioni in cui durante la celebrazione eucaristica viene inserito il rito del Battesimo. Così com’è possibile battezzare anche un neonato in sala parto se corre pericolo di vita. Per questo non ci sembra il caso di farlo. Una delle scelte più significative da fare al momento del battesimo è quella della madrina di battesimo. Ma chi può assumere questo ruolo? Ma assieme alla gioia c’è anche la grande responsabilità di allevare ed educare un figlio. Come prima cosa, il ruolo non può essere ricoperto né dalla madre né dal padre del battezzando . La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Un compito impegnativo che non può essere preso alla leggera e che richiede costanza, dedizione e vicinanza. Succede spesso, ad esempio, durante la Veglia Pasquale. Essa, infatti, implica una “presa di responsabilità”, che comporta il dover accompagnare, colui che viene battezzato o cresimato, per tutta la crescita spirituale. / Per la Cresima è bene scegliere illla padrino/madrina del Battesimo, se ha conservato i requisiti. Di solito lo si fa quando il bambino ha due o tre mesi o, comunque, entro l’anno dalla nascita. Scopriamo i requisiti di chi può farlo. Pag. Al Battesimo ci può essere, quindi, o un solo padrino o una sola madrina o un padrino e madrina insieme. Nell’articolo che segue analizzeremo il ruolo del padrino (o madrina) secondo la legge della Chiesa cattolica e, in particolare, capiremo quanti padrini si possono avere al battesimo, se cioè esiste un limite numerico per i padrini (o madrine) del battezzando. 849-878) CAPITOLO IV (Cann. Qual è il ruolo del padrino o della madrina nel battesimo cattolico e quanti padrini o madrine sono ammessi? Quali sono i requisiti che devono avere padrino e madrina. Quali sono i requisiti del padrino e quali sono i documenti che occorrono per ottenere il certificato di idoneità di Padrino di Battesimo.. Nella stragrande maggioranza dei casi, però, il Battesimo viene impartito durante una celebrazione a sé stante nella quale si succedono diversi riti, ciascuno con il proprio significato. Il requisito principale, come detto prima, è che sia una scelta libera e convinta. Padrino di Battesimo, ecco tutti i requisiti necessari e i casi in cui invece non è possibile ricoprire questo ruolo.Cosa dice il Diritto Canonico a proposito dei doveri del padrino nei confronti del “figlioccio”.. Come si sceglie il padrino per il battesimo?Di solito i genitori scelgono un familiare o un amico intimo, una scelta che qualche volta viene fatta un po’ troppo alla leggera. "La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. Quindi, il sacerdote consacra l’acqua e chiede ai presenti di rinunciare al male e di professare la loro fede. Da questo giorno, durante il quale accompagneranno il bambino ad incontrare il Signore, avranno il compito di assistere e sostenere, assieme ai … I requisiti specifici di padrino e madrina, in Italia vengono definiti dal Codice di Diritto Canonico ( documenti per il battesimo ). UNA SCELTA DEL PARROCO. Inolne, per la Cresima possono essere proposti come padrini/madrine proprio i catechisti dei cresimandi. In particolare, il padrino o la madrina dovrebbero essere sempre presenti nella vita del bambino … Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. Il Battesimo rappresenta normalmente la prima cerimonia che vede come protagonista un neonato. Can. | © Riproduzione riservata indifferentemente potete scegliere sia solo il padrino o la madrina (del sesso del battezzando, nel vostro caso la madrina). Ciò non vuol dire che chi si è sposato con rito civile o chi convive senza essere convolato a nozze non abbiano il desiderio di battezzare il proprio bambino. ... Can. Frasi Auguri Battesimo Madrina – Idee originali di auguri. | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590, Supporto legale 100% online per avviare e gestire la tua attivitÃ, Questo sito contribuisce alla audience di, Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. Nella scelta di madrina e padrino di Battesimo , bisogna tenere conto di alcuni requisiti . Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. In merito se non ricordo male ,ci sono anche delle disposizioni diocesane . La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Non c’è bisogno che sia presente un sacerdote: in un caso estremo chiunque lo può fare. La Chiesa, infatti, non pone degli ostacoli (a dire la verità, non potrebbe) per battezzare una persona perfino quand’è adulta. Genitori, padrino e madrina sono accanto al bambino. La legge della Chiesa cattolica [1] suggerisce di dare un padrino al battezzando (non è, dunque, obbligatorio che ci sia il padrino) e chiarisce che compito del padrino è quello di assistere il battezzando nell’iniziazione cristiana (se colui che dovrà ricevere il battesimo è un adulto) e di presentare al battesimo, insieme con i genitori, il battezzando bambino cooperando affinché conduca una vita cristiana conforme al battesimo sviluppando e vivendo la fede. Nella vita di un bambino, il padrino o la madrina sono le figure più importati subito dopo i genitori ed i nonni.Si occuperanno di restargli vicino, di aiutarlo a crescere serenamente in famiglia e con gli amici, regalandogli amore ed affetto in ogni suo giorno di vita. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Madrina battesimo: i requisiti Attualmente non è necessario esibire alcun Certificato di idoneità per i padrini, ma viene ritenuto corretto proporre un Atto di impegno del padrino/madrina al fine di responsabilizzare e prendere coscienza del … E’ necessario inoltre che la madrina sia cattolica e non aderisca a movimenti, fedi o religioni che non siano la Santa Chiesa Cattolica. Lo si può reperire all’ufficio anagrafe del Comune di residenza. Dunque, il battesimo è un po’ come la porta d’ingresso in una comunità: il battezzato viene cioè accolto in una comunità e coloro i quali dovranno accompagnare il nuovo membro nella vita comunitaria, educandolo alla fede, sono i genitori ed anche il padrino o la madrina. 874 - §1. La celebrazione si conclude con il rito dell’effatà («apriti» in aramaico): il sacerdote tocca il bambino sulle orecchie e sulle labbra come ad aprire le sue orecchie all’ascolto della Parola e la sua bocca per proclamarla. Madrina di battesimo, cosa fa durante la cerimonia 17/08/2018 di Laura Essere la madrina di battesimo è un ruolo decisamente importante, che richiede anche di avere dei chiari requisiti morali e religiosi. Risulta evidente che il compito del padrino non è limitato al giorno del battesimo, ma è un compito che, come quello dei genitori, si estende a tutta la vita del bambino o della bambina. Ma non è un dettaglio, invece, la scelta del padrino o della madrina del bambino da battezzare. Per coloro che hanno fede cristiana, il loro compito è fondamentale per la crescita e la formazione spirituale e morale del battezzato. Padrino e madrina del Battesimo, i requisiti Vediamo innanzitutto quali requisiti deve avere il padrino e le madrina per poter svolgere questo importante compito secondo la Chiesa cattolica: Deve essere scelto dai genitori del bambino che si deve battezzare o dal battezzando stesso se si tratta di un adulto Il battesimo è una cerimonia religiosa e, come tale, richiede ai partecipanti una particolare attenzione nella scelta dell’abbigliamento. Poi, la testa del bambino viene bagnata tre volte, come simbolo della benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Infine, il sacerdote chiede di far indossare al bambino una veste bianca in segno di purezza, mentre il padrino accende la candela dal cero pasquale come simbolo della luce di Cristo. 874 - §1. Dato che sarà necessario rispettare una serie di criteri che garantiscono la missione dei padrini, vale a dire quella di istruire il nuovo cristiano nella fede. E’ la figura fondamentale nell’educazione religiosa di un bambino, una guida, un punto di riferimento. Perché uno possa essere ammesso all'incarico di padrino, è necessario che: Alcuni genitori scelgono di far fare il padrino e la madrina a una coppia di parenti oppure amici. Innanzitutto, occorre contattare la parrocchia di appartenenza per comunicare la volontà di battezzare il proprio figlio e per chiedere il modulo con cui si chiede il sacramento per il bambino. I requisiti imposti dalla Chiesa per fare la madrina La madrina deve essere scelta del battezzando o dai suoi genitori, o da chi ne fa le veci (poiché il battesimo si fa spesso ai neonati è più probabile che siano i genitori o chi ha la patri potestà a decidere). O dei padrini o madrine, a seconda della scelta dei genitori, perché non è detto che debbano essere per forza maschio e femmina. Pochi incontri (a volte anche uno solo) con il parroco in modo da approfondire il senso del sacramento del Battesimo. Il Battesimo rappresenta normalmente la prima cerimonia che vede come protagonista un neonato. Lo stesso gesto, secondo il Vangelo, compiuto da Gesù quando guarì un sordomuto nei pressi del mare di Galilea. Madrina di battesimo: chi scegliere e quali compiti svolge. Era considerata una sorta di «garanzia» del fatto che praticassero la religione cattolica. / È bene ricordare che la figura del padrino/madrina non è obbligatoria né per il Battesimo né per la Cresima. Poi, il sacerdote chiede ai genitori che nome vogliono dare al bambino e he cosa chiedono per lui alla Chiesa. Inoltre, i padrini di battesimo sono fondamentali, perché devono aiutare genitori nell'istruzione sulla fede del piccolo. Difficilmente il parroco ammetterà la presenza di due padrini o due madrine. Il padrino e la madrina nel Battesimo e nella Cresima ... Da ciò si desume che oltre alla moralità ed altri requisiti specificati nel canone 874 ,i genitori non possono fare i padrini. Quello che conta – e deve essere certificato – è che entrambi abbiano ricevuto il sacramento della Cresima, altrimenti non verranno riconosciuti idonei a svolgere il ruolo di «garanti» della vita di fede cristiana del bambino. BATTESIMO. Stampa 1/2016. Oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Al momento di scegliere i padrini di battesimo, è importante conoscere i requisiti che la Chiesa stabilisce per poter essere padrino o madrina di battesimo.